Da papa Francesco per i 70 anni dalla consacrazione del Santuario della Madonna di Fatima in Città della Pieve

Da papa Francesco in “treno storico” in occasione dei 70 anni dalla consacrazione del Santuario della Madonna di Fatima in Città della Pieve domenica 8 ottobre

Lunedì 2 ottobre (ore 11), a Perugia, presso la Sala “San Francesco” dell’Arcivescovado (piazza IV Novembre, 6), si terrà la conferenza stampa di presentazione di due eventi promossi dalla Chiesa perugino-pievese: il convegno “Poveri e ultimi tesoro vivente della Chiesa - Vincenzo de’ Paoli uomo della carità” (in calendario sabato 7 ottobre); il pellegrinaggio in Vaticano con “treno storico” in occasione dei 70 anni dalla consacrazione del Santuario della Madonna di Fatima di Città della Pieve (in programma domenica 8 ottobre). All’incontro con la stampa interverranno il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, il parroco di Città della Pieve don Aldo Gattobigio e il direttore della Caritas diocesana diacono Giancarlo Pecetti.

Per il singolare pellegrinaggio a Roma guidato dal cardinale Gualtiero Bassetti, che culminerà con la partecipazione dei fedeli perugino-pievesi all’Angelus di papa Francesco in Piazza San Pietro, sono aperte le iscrizioni fino al prossimo 30 settembre. Per iscriversi è molto semplice, basta telefonare alle referenti dell’iniziativa presso la Parrocchia-Concattedrale dei Santi Gervasio e Protasio di Città della Pieve (Nada: 349.8869742; Carla: 349.4549031; Emanuela: 349.8710556).
Ad anticipare, ma non troppo, la finalità del viaggio in “treno storico” per raggiungere la tomba dell’apostolo Pietro, è il parroco don Aldo Gattobigio: «Vogliamo rievocare il pellegrinaggio che 70 anni fa portò in Vaticano la statua della Vergine Maria benedetta da papa Pio XII prima di collocarla nel Santuario di Città della Pieve, uno dei primi in Italia ad essere stato intitolato alla Madonna di Fatima di cui quest’anno ricorre il centenario delle apparizioni. Domenica 8 ottobre – conclude il parroco – i pellegrini riporteranno in San Pietro, dinanzi a papa Francesco, l’immagine della Beata Vergine tanto venerata nella nostra città anche da fedeli provenienti da fuori regione».
Il programma nei dettagli sarà presentato nel corso della conferenza stampa del 2 ottobre, che prevede la partenza del “treno storico” dalla stazione ferroviaria di Chiusi alle ore 8, per arrivare presso la stazione San Pietro in Vaticano alle ore 10.30. Il treno effettuerà alcune fermate intermedie presso le stazioni di Fabro, Orvieto e Orte. Dopo aver partecipato all’Angelus del Santo Padre (ore 12) e pranzato al sacco (ore 13), i pellegrini parteciperanno alla celebrazione eucaristica (ore 14) presieduta dal cardinale Bassetti. Il rientro è previsto dalla stazione vaticana alle ore 16.30, con fermate a Orte, Orvieto, Fabro e Chiusi (arrivo alle ore 19).

Riccardo Liguori