Svoltasi con grande entusiasmo e partecipazione la 9a Giornata diocesana del Gr.Est

Perugia: Svoltasi con grande entusiasmo e partecipazione la 9a Giornata diocesana del “Gr.Est.” promossa dal Coordinamento Oratori Perugini.

Il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti ai 4.000 partecipanti: «Non perdete tempo ma prendete tempo per ciò che nella vita è prezioso e per ciò che nella vita vale»

Fin dal primo mattino del 21 giugno l’area del “Percorso Verde” di Pian di Massiano in Perugia è diventata una sinfonia di tanti colori, quelli delle magliette indossate dai 4.000 bambini e giovani animatori dei “Gr.Est” (Gruppi Estivi) dei 33 Oratori parrocchiali dell’Archidiocesi. E’ stato il loro 9° raduno della Giornata diocesana del “Gr.Est” promossa dall’Ufficio Coordinamento Oratori Perugini, che si è avvalso della collaborazione di Pepita Onlus e del Comitato zonale ANSPI Perugia-Città della Pieve.
«Per garantire la sicurezza dei bambini e la migliore riuscita possibile dell'evento – ha spiegato Erica, dell’Ufficio Coordinamento Oratori Perugini – il nostro l'Ufficio si è avvalso dell'aiuto di preziose realtà impegnate nel sociale a cui inviamo il nostro sentito ringraziamento: l'Amministrazione comunale per il patrocinio concesso, l'uso del Palasport “Evangelisti” e la cura e l'attenzione riservata alla pulizia e al taglio dell'erba delle aree interessate alla manifestazione, insieme all'AFOR. Grazie anche per il patrocinio di Umbria Acque, che da anni ci accompagna in questa meravigliosa avventura e ci concede gratuitamente un'autobotte di acqua potabile ad uso di tutti i bambini. Non da ultimo ringraziamo il CISOM per il presidio medico garantito, e il CUS PERUGIA RUGBY per averci concesso l'utilizzo del campo e tutti i volontari che in questi giorni si sono impegnati, notte e giorno, perché i bambini potessero giocare e divertirsi in massima sicurezza».
Don Riccardo Pascolini, il grande “regista” delle Giornate diocesane del “Gr.Est”, direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile e guida del Coordinamento perugino e regionale degli Oratori, ha espresso tutta la sua soddisfazione per la riuscita della 9a edizione. «Vedere il volto di un bambino stupito e gioiosamente meravigliato della sorpresa che ogni anno lo attende e che con cura viene preparata per lui, proprio per lui – ha commentato il sacerdote –, ridà a ciascuno di noi adulti il senso profondo della missione che ci appartiene, della volontà di rimettersi al servizio sempre, giorno dopo giorno, del motivo ultimo per cui l'oratorio è chiamato a farsi prossimo e accogliente, dal sagrato della Chiesa alla strada, secondo le peculiarità di ciascuno. Un grazie di cuore a tutti gli animatori, i volontari, gli operatori, i genitori che ci rinnovano la fiducia di anno in anno e che sono coloro che veramente e per primi ci danno il mandato e ci affidano quello che hanno di più prezioso, un bene da custodire con cura, rispetto, amicizia e stima».
Come ogni anno a questa Giornata non ha fatto mancare la sua presenza l’Amministrazione comunale perugina. A rappresentare il massimo consesso del capoluogo umbro c’era l’assessore alle Politiche sociali Edi Cicchi, che ha portato i saluti del sindaco Andrea Romizi e ha ringraziato tutti per il prezioso compito svolto a favore della città. L’assessore Cicchi ha lanciato anche un’impegnativa e ambiziosa provocazione: «Il “Gr.Est.” anche a luglio? Perché no?». Tant’è vero che già alcuni Oratori parrocchiali con il “Gr.Est.” sono impegnati per la gran parte del prossimo mese estivo. Questa Giornata diocesana ha raggiunto il traguardo della sua 9a edizione e a ricordare la prima Giornata degli Oratori e dei “Gr.Est.” è stato proprio l’assessore Edi Cicchi. «Nove anni fa le strade del centro storico della nostra città, intorno alla cattedrale di San Lorenzo c’erano circa 300 bambini e 150 animatori accompagnati da don Riccardo – ha ricordato l’assessore –, mentre oggi 21 giugno 2017, erano 4.000 e oltre».
Se i numeri non sono un vessillo o una bandiera da sventolare, sono però il segno di un servizio che serve alla città, di una prossimità vera, viva ed efficace, fatta di volti e di persone, fatta di tanti ragazzi e ragazze che, terminato il tempo dello studio e della scuola, volontariamente, gratuitamente e con grande spirito di partecipazione, scelgono di dedicare le loro giornate di giugno e luglio a questi bambini, per farli giocare, per accompagnarli in un percorso di crescita, per farsi loro accanto in una relazione educativa positiva e costruttiva.
Tra i diversi sacerdoti alla Giornata non poteva mancare il presidente regionale ANSPI Umbria don Francesco Verzini, presente anche in veste di parroco che accompagnava i bambini del “Gr.Est “ delle comunità parrocchiali di Colombella, Piccione, Fratticiola Selvatica, Ramazzano e Bosco. Nell’intervenire il presidente regionale ANSPI, l'associazione che da anni cammina a fianco della Pastorale giovanile a servizio degli Oratori, si è soffermato sul tema del sussidio ANSPI di quest'anno proposto ai “Gr.Est”. Don Verzini ha detto: «Non vogliamo un mondo grigio, vogliamo che i bambini colorino il mondo di gioia, con la loro contagiosa e innata voglia di vivere, che siamo chiamati a rispettare, custodire, coltivare e far germogliare perché ogni vita è una promessa di gioia».
Ad entrare più nel merito di questo tema intitolato “MOMO #PRENDITEMPO”, è stato il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, che ha portato il saluto del cardinale Gualtiero Bassetti. «Il tempo è un bene prezioso che non possiamo permetterci di sprecare o perdere – ha evidenziato il presule –; il tempo è irripetibile, non torna ma passa invece e proprio per questo non dobbiamo lasciarlo sfuggire senza coglierne la preziosità». Mons. Giulietti ha ricordato le parole di papa Francesco alla GMG di Cracovia che invitava i giovani e a non essere giovani che perdono tempo sul divano, che si lasciano passare la vita sopra, che guardano il treno che passa... Con poche parole molto ben assestate, il vescovo ausiliare ha lasciato una perla preziosa a tutti i bambini ma soprattutto a tutti i ragazzi: «Non perdete tempo ma prendete tempo per ciò che nella vita è prezioso e per ciò che nella vita vale».
Vincitore del “Grande gioco della Giornata diocesana 2017”, è stato il “Gr.Est” dell'Oratorio ANSPI "Le Sentinelle di Deruta", che si è aggiudicato una ricca fornitura di gelati da gustare in Oratorio.

Riccardo liguori